Biblioteca

Le 29 regole più comuni sui social media: quali sono reali? Quali sono fragili?

Come sei finito a imparare le regole non scritte per l'etichetta dei social media?

Per me, è stato molto guardare e aspettare, un po ' sperimentando e tonnellate di tentativi ed errori. Quando ho iniziato a lavorare sui social media , Avevo solo le regole e le intuizioni più elementari. Anche ora, mi sento come se imparassi un nuovo capriccio o cavillo quasi quotidianamente.



È difficile sapere quali regole esistono, quali sono reali e quali va bene infrangere o seguire.



Mi piacerebbe aiutare a fare luce qui in modo che tu possa andare avanti e condividere con sicurezza.

regole dei social media

Le 29 regole più comuni sui social media

Dopo aver approfondito una serie di ricerche condotte da leader di pensiero e influencer, ho scoperto che sembrava esserci una serie di regole sui social media su cui la maggior parte poteva essere d'accordo. Ecco l'elenco delle 29 regole dei social media più comunemente menzionate dai professionisti.



(Grazie a HubSpot , Numero verde inoltro e Gryffin , Rebekah Radice [ 1 ] [ Due ], Chris Brogan , e Motore in uscita per le loro grandi risorse e ispirazione su queste regole dei social media.)

Per tutti i social network

  1. Condividi più volte al giorno, ma distanzia i tuoi post ogni poche ore.
  2. Rispondi a tutti i commenti il ​​più rapidamente possibile.
  3. Conosci l'arte dell'hashtag. 1 hashtag va bene. 10 hashtag non lo sono.
  4. Mantieni sempre la regola 80/20! Intrattieni e informa prima il tuo pubblico, poi vendigli.
  5. Usa la prima persona plurale quando parli del marchio della tua azienda (We, Us).

Per Twitter

  1. Non indirizzare automaticamente messaggi alle persone che ti seguono.
  2. Fornisci più contesto ai tuoi tweet con Twitter ultimo aggiornamento .
  3. Non dirottare l'hashtag di un'altra azienda.
  4. Non acquistare follower.
  5. Non riempire i tuoi tweet di parole chiave.

Per Facebook

  1. Non mi piace il tuo post.
  2. Non pubblicare o taggare foto di fan, clienti o dipendenti senza autorizzazione.
  3. Non taggare persone o pagine che non sono pertinenti al tuo post.
  4. Non chiedere Mi piace, commenti o condivisioni.

LinkedIn

  1. Personalizza le tue richieste di connessione. Spiega loro PERCHÉ ti stai connettendo.
  2. Una volta connesso, invia un messaggio di 'benvenuto'.
  3. Non unirti a gruppi e inizia subito a vendere te stesso.
  4. Non ignorare il tono più professionale della rete.

Google+

  1. + Menziona sempre gli utenti quando commentano i loro post.
  2. Quando condividi un post, aggiungi sempre prima il tuo commento.
  3. Condividi nelle cerchie per scegliere come target i tuoi contenuti.
  4. Utilizza la formattazione Google+ per il tuo testo: grassetto, corsivo e barrato.

Pinterest

  1. Non trascurare di fornire buone descrizioni per i tuoi pin.
  2. Collegati sempre alla fonte originale e dai credito.
  3. Non utilizzare immagini che non hanno nulla a che fare con i tuoi contenuti di click-through per ottenere più pin o clic.
  4. Non appuntare solo il tuo materiale.

Instagram

  1. Non chiedere alle persone di seguirti o usa gli hashtag come #tagsforlikes: non è professionale.
  2. Non overgram. A nessuno piace il feed riempito con un utente.
  3. Usa gli hashtag per il tuo marchio in modo appropriato. Il numero d'oro di hashtag è 11.

Regole per tutti i social network

Quali sono reali? Quali sono fragili?

Condividi più volte al giorno, ma distanzia i tuoi post ogni poche ore.

La ricerca ha dimostrato che i momenti in cui si inondano le sequenze temporali dei follower con numerosi aggiornamenti inviati back-to-back-to-back - sono uno dei fattori più significativi nello smettere di seguire . Per combattere questo, puoi utilizzare uno strumento di pianificazione dei social media come Buffer per distanziare i tuoi post.



perché gli utenti di Twitter smettono di seguire

Rispondi a tutti i commenti il ​​più rapidamente possibile

Trovato uno studio sui social media che il 53% degli utenti che twittano a un marchio si aspetta una risposta in meno di 60 minuti. Twitter è il social network più in tempo reale. Le risposte tempestive sono imperative su Twitter e altamente incoraggiate ovunque.

Conosci l'arte dell'hashtag. Da 1 a 3 hashtag vanno bene. 10 hashtag non lo sono.

Quanti hashtag sono troppi? Il prossimo Web consiglia 1-3 hashtag per post , su tutte le piattaforme. È una buona regola pratica per iniziare, potresti scoprire che il tuo chilometraggio varia a seconda delle diverse reti.

Da quello che siamo stati in grado di fare ricercare e conoscere gli hashtag ,

altri siti di social media oltre a Facebook
  • Twitter: da 1 a 3 hashtag sembrano essere i migliori
  • Facebook: gli hashtag possono effettivamente ridurre il coinvolgimento
  • Instagram: 11 o più hashtag per post ottengono il maggior coinvolgimento
  • Pinterest: gli hashtag non sono consigliati

Il takeaway qui: gli hashtag sono ottimi per aumentare il coinvolgimento e la visibilità, quasi sempre. Il numero ideale di hashtag sembra variare notevolmente. Sentiti libero di testare e ripetere per te stesso.

Mantieni sempre la regola 80/20! Intrattieni e informa prima il tuo pubblico, poi vendigli

hugh mcleod mi social media

Abbiamo coperto i molti diversi rapporti che potresti provare per la condivisione sui social media - la regola 4-1-1, la regola dei terzi, la sezione aurea, ecc. - e una cosa che hanno tutti in comune è l'enfasi sulla condivisione dei contenuti degli altri più del proprio.

Per molti questa sarà un'ottima strategia. Per la nostra condivisione sui social media presso Buffer, abbiamo provato il consiglio opposto , condividendo il 90% dei nostri contenuti e il 10% degli altri. Dobbiamo ancora vedere un impatto negativo sul coinvolgimento.

Usa la prima persona plurale quando parli del marchio della tua azienda (Noi, Noi)

Per esempio:

glicine noi

Quando si parla come compagnia, la prima persona plurale è la cosa migliore. Quando parli come il tuo marchio personale, la prima persona singolare (io, io) sarebbe più naturale.

Regole dei social media per Twitter

Quali sono reali? Quali sono fragili?

Non indirizzare automaticamente messaggi alle persone che ti seguono.

C'è un tempo e un posto per il bene automazione dei social media e la messaggistica diretta ai nuovi follower non sembra esserlo. Una pratica popolare nei primi giorni di Twitter, gli auto-DM ora sono facilmente identificati dagli utenti come messaggi non autentici.

Fornisci più contesto ai tuoi Tweet con Twitter ultimo aggiornamento

lunghezza ideale tweet

La lunghezza ideale di un tweet è compreso tra 71 e 100 caratteri in quanto ciò consente alle persone di personalizzare il messaggio del tuo Tweet durante la condivisione. Se una persona sceglie di ritwittarti manualmente (copiando il testo dal tuo tweet e digitando RT: all'inizio), potrebbe voler aggiungere una nota personale o un messaggio al tuo tweet originale. Mantenere la lunghezza ben al di sotto del limite aggiornato di 140 caratteri rende tutto più semplice.

esempio twitter rt

Non dirottare l'hashtag di un'altra azienda.

HubSpot ha degli ottimi consigli per questo:

Quando vedi le aziende creare hashtag ben performanti, non salire sul loro treno di hashtag per promuovere contenuti irrilevanti: svaluta il loro hashtag e, di conseguenza, il tuo marchio.

Non acquistare follower.

Il data scientist di Betaworks Gilad Lotan ha eseguito un esperimento su questa esatta regola, pagando $ 5 per 4.000 follower su Twitter. Scoprì che farlo era piuttosto strano, persino squallido. Tuttavia, il risultato finale dell'esperimento ha effettivamente portato a una crescita positiva di Twitter per Gilad.

Credo che acquisire la giusta quantità, per quanto odio scriverlo, possa avere un effetto positivo a lungo termine sull'accelerazione della crescita e della visibilità.

Ciò creerebbe un interessante dibattito etico, giusto? Solo perché una strategia funziona sui social media, significa che va bene usarla? In che modo influiscono le regole e l'etichetta dei social media? L'acquisto di follower su Twitter mi sembra un po 'subdolo e immorale. Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri!

Non riempire i tuoi tweet di parole chiave.

Come suonerebbe il tuo tweet se lo dicessi faccia a faccia a un amico o a un collega? Questa sembra essere una buona misura del giusto equilibrio di parole chiave.

Regole dei social media per Facebook

Non mi piace il tuo post.

Mettere Mi piace al tuo post ha il potenziale per far emergere di nuovo il contenuto nel feed delle notizie (prima quando pubblichi e di nuovo quando ti piace) e per dare il via al coinvolgimento degli altri. Detto questo, così facendo tende a inviare un messaggio piuttosto disperato e sgradevole a coloro che se ne accorgono.

Non pubblicare o taggare foto di fan, clienti o dipendenti senza autorizzazione.

Molti siti consigliano di ottenere un'autorizzazione scritta prima di procedere con la pubblicazione e l'aggiunta di tag alle foto di altri sulla tua pagina Facebook. È probabile che vi siano problemi di privacy molto validi che potrebbero sorgere se i marchi non prestano attenzione in quest'area.

Non taggare persone o pagine che non sono pertinenti al tuo post.

Le persone e le pagine taggate negli aggiornamenti di Facebook ricevono la notifica di essere state menzionate, alcune persone lo usano come un semplice trucco per ottenere maggiore attenzione sui contenuti che pubblicano. Ancora una volta, questa è una di quelle tattiche che potrebbero funzionare bene ma non sono particolarmente eccezionali.

Non chiedere Mi piace, commenti o condivisioni.

In precedenza, la regola dei social media per questo era: chiedi alle persone di apprezzare il tuo stato solo se stai facendo un sondaggio, ad esempio 'Metti mi piace a questo post se sei una persona cinofila, condividilo se sei un amante dei gatti'. Chiedere Mi piace, commenti o condivisioni è uno dei fattori che il feed di notizie di Facebook considera quando decide quale contenuto mostrare. Un testo promozionale come questo riduce la visibilità dei tuoi contenuti.

Regole dei social media per LinkedIn

Quali sono reali? Quali sono fragili?

Personalizza le tue richieste di connessione. Spiega loro PERCHÉ ti stai connettendo.

come ottenere un annuncio sponsorizzato su Facebook
kevan richiesta linkedin

Le richieste personali tendono ad essere notate e apprezzate - e accettate! - più di una semplice richiesta generica.

Una volta connesso, invia un messaggio di 'benvenuto'.

Nella mia esperienza, questo accade abbastanza raramente, anche se l'effetto può essere eccezionale! Se ricevi molte richieste LinkedIn, questo potrebbe non scalare troppo bene, tuttavia, è possibile farlo per poche connessioni alla volta o per le occasioni in cui ti connetti con influencer.

Non unirti a gruppi e inizia subito a vendere te stesso.

I gruppi sono un ottimo modo per entrare in contatto con gli altri su LinkedIn (uno dei vantaggi di Gruppi è che puoi indirizzare il messaggio a qualsiasi altro membro del gruppo, che tu sia connesso o meno). Una delle migliori regole per i gruppi LinkedIn è rispettare le dinamiche di gruppo. Condividi e interagisci prima di vendere.

Non ignorare il tono più professionale della rete.

Questo parla di una regola dei social media ancora più grande: personalizza i tuoi contenuti e messaggi per ogni rete specifica. LinkedIn in particolare ha una fascia demografica mirata di uomini d'affari e professionisti. Il contenuto sulla rete funziona meglio quando si adatta a quel tono.

Regole dei social media per Google+

Quali sono reali? Quali sono fragili?

+ Menziona sempre gli utenti quando commentano i loro post.

google + esempio

Questo aiuta gli autori originali a seguire il filo ed è un modo educato per dare attribuzione e credito dove è dovuto.

Quando condividi un post, aggiungi sempre prima il tuo commento.

I post di Google+ sono una vera gioia da leggere e scrivere, spesso sono più simili ai mini post del blog che agli aggiornamenti dei social media. Il modo in cui gli utenti compongono questi messaggi ha un'arte e una scienza davvero accurate. Un modo che ho notato è che molte persone aggiungono prima i propri pensieri su un argomento, seguito da un'interruzione di riga orizzontale (una serie di trattini collegati, di solito), quindi il titolo e il collegamento all'articolo correlato.

Condividi nelle cerchie per scegliere come target i tuoi contenuti.

La condivisione in una cerchia è come l'invio di messaggi diretti a un particolare gruppo di persone. Solo quelli nel Cerchio riceveranno la notifica e potranno visualizzare il contenuto. È un modo utile per condividere contenuti mirati con un gruppo di follower suddiviso in compartimenti.

Usa la formattazione Google+ per il tuo testo.

Ecco una guida rapida su come applicare uno stile ai tuoi post in Google+.

Regole dei social media per Pinterest

Quali sono reali? Quali sono fragili?

Non trascurare di fornire buone descrizioni per i tuoi pin.

A volte, nel bloccare rapidamente immagini diverse è facile tralasciare la descrizione del pin. Questo è uno dei modi principali in cui i nuovi utenti possono scoprire i tuoi pin, a condizione che tu componga una buona descrizione ricca di parole chiave.

come ottenere un filtro snapchat nella tua città

Collegati sempre alla fonte originale e dai credito.

Ogni volta che ne parliamo immagini sul blog Buffer , una delle aree chiave da tenere a mente è la corretta attribuzione. Le immagini tendono a essere trasmesse a lotti online, quindi è sempre meglio risalire alla fonte originale in modo che ottengano il merito per la loro creazione.

Appuntare dalla fonte originale, piuttosto che da qualche parte che ha sindacato o ripubblicato l'immagine, è sempre la cosa migliore.

Non utilizzare immagini che non hanno nulla a che fare con i tuoi contenuti di click-through per ottenere più pin o clic.

Questo hack di Pinterest può generare clic, ma è improbabile che si tratti di traffico prezioso e persistente, né i nuovi visitatori lasceranno una buona impressione della loro esperienza.

Non appuntare solo il tuo materiale.

Invece, puoi creare bacheche individuali che evidenziano i post o i contenuti del tuo blog. Oltre a ciò, pin da un'ampia varietà di fonti.

Ecco un esempio di ciò per cui abbiamo fatto i nostri post di suggerimenti di marketing dal blog Buffer.

buffer pinterest board

Regole dei social media per Instagram

Quali sono reali? Quali sono fragili?

Non chiedere alle persone di seguirti o utilizzare hashtag come #tagsforlikes.

Simile a Facebook, la richiesta di Mi piace non è consigliata, anche se invece di influire sulla visibilità della tua foto (non esiste un algoritmo di feed di notizie per Instagram), è probabile che l'impatto si faccia sentire sulla professionalità del tuo marchio.

Non overgram. A nessuno piace il feed riempito con un utente.

Nella nostra ricerca su frequenza ideale per i social media , Instagram era uno che non aveva uno standard così concreto. Uno studio di ricerca ha scoperto che è importante i marchi pubblicano una media da 1 a 2 volte al giorno . Allo stesso tempo, i marchi che pubblicano 10 o più volte al giorno ha continuato a vedere una crescita del coinvolgimento positiva anche se la frequenza è aumentata.

Usa gli hashtag per il tuo marchio in modo appropriato. Il numero d'oro di hashtag è 11.

Come accennato in precedenza, puoi spesso farla franca con più hashtag su Instagram rispetto a qualsiasi altro social network. Lo studio del monitoraggio di Maven sugli hashtag di Instagram ha rilevato che le interazioni erano al massimo sulle immagini quando venivano utilizzati 11 o più hashtag.

La parte migliore di questa raccomandazione è quella i dati provengono da un insieme di utenti con 1.000 o meno follower —Un gruppo che probabilmente include piccole imprese e quelle che si tuffano solo su Instagram. In altre parole, gli hashtag potrebbero essere la soluzione migliore per far crescere un seguito veloce su Instagram.

Sommario

Quali delle regole non scritte dei social media hai appreso durante la tua esperienza? A quali ti iscrivi? Quali rompi?

Sarebbe fantastico conoscere la tua esperienza con alcuni di questi. Sentiti libero di lasciare i tuoi pensieri qui nei commenti.

Fonti di immagini: The Noun Project , Blurgrounds , Ottieni Refe , Pablo



^