Biblioteca

Supera il tuo blocco di creatività con queste 20 idee di contenuti sui social media

Come un social media manager , può essere molto divertente mettere a punto strategie e trovare diversi modi per condividere i contenuti con il tuo pubblico.

Ma è anche facile rimanere bloccati in una routine creativa.



So di essermi sicuramente trovato a riflettere su domande come:



  • Quali contenuti dovrei condividere sui nostri profili sui social media?
  • Come posso condividere un post del blog su Facebook in un modo nuovo e creativo?
  • Come posso utilizzare in modo efficace l'ultima funzionalità di Instagram?

Per aiutarti a rispondere a queste domande, e innumerevoli altre, abbiamo messo insieme le nostre teste per trovare 20 modi creativi per condividere contenuti sui social media.

Le strategie incluse di seguito sono provate e testate: tutto ciò che trattiamo ha funzionato per noi in Buffer.



Entriamo subito in questo ...

20 modi creativi per condividere i tuoi contenuti sui social media

Infografica di idee sui contenuti dei social media

Se vuoi stamparlo, ecco una versione con uno sfondo bianco .

Immergiamoci!



quali dei seguenti non sono classificati come strumenti smm?
Separatore di sezione


1. Trasforma un post del blog in un video

Quando abbiamo notato che i nostri video stavano generando più coinvolgimento delle nostre immagini e link, abbiamo iniziato a produrre più video. Un modo per ottenere idee per i nostri video è guardare al nostro blog - qui!

E un modo in cui otteniamo idee per i contenuti video è guardare indietro ad alcuni dei nostri migliori contenuti di blog.

Estraendo le nostre idee e i nostri dati chiave da un post del blog, possiamo facilmente trasformare i post del blog in brevi video da condividere sui nostri canali di social media.

Animoto è fantastico se vuoi creare video semplici velocemente: è uno di Brian Gli strumenti video di riferimento. Fornisce molti modelli e video stock e ti consente di creare video quadrati, cosa che abbiamo scoperto più efficace dei video panoramici .

Se desideri creare video più complessi come nell'esempio seguente, tendiamo a utilizzare Effetti postumi.


Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn

Un'idea da provare: Usa Animoto (o il tuo strumento di editing video preferito) per trasformare uno dei tuoi post di blog recenti in un breve video di 30 secondi.

2. Creare un video dimostrativo

Un altro modo per utilizzare il video è creare un contenuto completamente nuovo da zero.

Ecco alcune idee video per te:

  • Suggerimenti
  • Guide pratiche
  • Storie di clienti
  • Dietro le quinte
  • Contenuto generato dall'utente
  • Annunci di prodotti
  • Annunci aziendali o pietre miliari

Non hai nemmeno bisogno di strumenti e applicazioni costosi e fantasiosi per iniziare. Molti dei video che pubblichiamo su Buffer lo sono registrato utilizzando uno smartphone .

Come molte piattaforme di social media riproduzione automatica dei video senza audio , è fantastico anche aggiungere didascalie ai tuoi video. In questo modo, i tuoi follower possono comunque capire il tuo video anche se non attivano l'audio.

Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn

Un'idea da provare: Crea un video con tre suggerimenti o informazioni che aiuteranno, istruiranno o intratterranno i tuoi follower. Ecco una guida al video marketing sui social media per aiutarti a iniziare.

Separatore di sezione

Dopo aver creato i tuoi contenuti, pianifica rapidamente e facilmente i post per tutti i tuoi account social e Buffer li pubblicherà automaticamente , in base al programma di pubblicazione che hai stabilito.

Prova Buffer e vedi la differenza

Separatore di sezione

3. Trasmetti dal vivo

I video dal vivo sono un ottimo modo per aumentare la tua copertura organica e stimolare il coinvolgimento.

  • Raggiungere: Facebook classifica i video in diretta più in alto nel feed di notizie rispetto ai contenuti non live. Inoltre, Michael Stelzner, CEO e fondatore di Social Media Examiner, condiviso sul podcast di Buffer's Science of Social Media che il passaggio dal vivo ha anche aumentato la portata del contenuto della loro pagina Facebook non live.
  • Fidanzamento: Secondo Facebook , 'Le persone trascorrono in media più di 3 volte più tempo a guardare un video di Facebook Live rispetto a un video che non è più live.'

Come il nostro video dal vivo sopra, i tuoi video dal vivo non devono essere prodotti professionalmente o sceneggiati (tuttavia, sarebbe una buona idea pianificare un po 'il tuo video).

Ecco un altro esempio: un breve video live di due minuti di Eric Fisher di Social Media Examiner su un nuovo aggiornamento di Instagram.

Adatto a: Facebook, Instagram e Twitter (Periscope)

Un'idea da provare: Porta i tuoi follower sui social media dietro le quinte dal vivo. Potresti mostrare loro le tue attività di collaborazione, le sessioni di lavoro o semplicemente un tour del tuo ufficio.

Se ti senti un po 'bloccato, HubSpot ha condiviso 11 fantastiche idee per lo streaming live per Facebook, Periscope e altro ancora .

4. Intervista a qualcuno (live)

Un'altra idea divertente per il video che potresti provare è intervistare qualcuno. Se ti piace un po 'di sfida, potresti provare a farlo dal vivo. Ma se il live streaming ti spaventa (come fa con me), potresti scegliere di fare un'intervista video registrata per cominciare.

Per il video di Facebook Live sopra, abbiamo usato BeLive , che consente a più di una persona di essere in live streaming.

Per modificare i tuoi video, potresti usare strumenti di editing video gratuiti , come iMovie o Windows Movie Maker.

Adatto a: Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn

Un'idea da provare: Registra un'intervista con un collega, un cliente o un esperto del settore e caricala direttamente su Facebook (invece di caricamento su YouTube e pubblicazione del collegamento su Facebook ).

5. Pubblica foto o video sferici

Se hai voglia di provare qualcosa di (abbastanza) nuovo, gioca con foto e video 360 per Facebook. (La foto a 360 ° sopra è il mio tentativo di scattare una foto a 360 ° del team Buffer durante il nostro recente ritiro a Madrid.)

Per scattare una foto a 360 °, devi scattare una foto più larga di 100 gradi utilizzando la funzione panaroma sul tuo smartphone e Facebook lo farà convertirlo automaticamente in una foto sferica .

Per registrare un video 360, potresti provare Giroptic iO, a $ 249 360 fotocamera che può essere utilizzato per Facebook Live, Periscope e YouTube Live.

Adatto a: Facebook, Twitter (Periscope) e YouTube Live

Un'idea da provare: Scatta una foto a 360 gradi del tuo prossimo evento e condividila sulla tua pagina Facebook.

6. Allega una GIF

Recentemente abbiamo riscontrato un grande successo con utilizzando GIF nei nostri tweet . Invece di condividere un'immagine con un post sul blog, scegliamo una GIF pertinente (e spesso divertente) da affiancare al post del blog.

La mia intuizione sul motivo per cui le GIF funzionano per noi è questa: quando vengono riprodotte automaticamente, le GIF si distinguono nel flusso di tweet e catturano l'attenzione dei nostri follower.

Adatto a: Twitter, Facebook e Instagram

Un'idea da provare: Allega una GIF pertinente al tuo tweet quando condividi i post del tuo blog (se questo è in linea con il tuo marchio).

Ecco il nostro guida definitiva alle GIF che include tutto da come creare una GIF, dove trovare fantastiche GIF e come utilizzare GIF nel tuo marketing.

7. Curare i contenuti generati dagli utenti

La nostra strategia per Instagram si basa sulla cura di fantastiche foto della community di Buffer. E contenuto generato dall'utente ci ha aiutato a far crescere il nostro seguito su Instagram da circa 4.000 all'inizio del 2016 a oltre 29.000 follower ora.

Adatto a: Instagram, Facebook, Twitter e Pinterest

Un'idea da provare: Sperimenta una breve campagna di contenuti generati dagli utenti (e puoi decidere se vuoi continuare con essa dopo l'esperimento).

Ecco una guida alla creazione di una campagna di contenuti generati dagli utenti per aiutarti a iniziare.

8. Usa un'immagine autoesplicativa

L'uso di immagini nei post sui social media è diventato gradualmente una norma. Per distinguerti dalla maggior parte dei post di oggi, dovrai fare un ulteriore passo avanti. Ecco cosa funziona bene per noi:

Immagini autoesplicative.

Le immagini autoesplicative possono spiegare completamente un concetto o un'idea senza che le persone debbano fare clic sul collegamento e leggere un articolo. D'altro canto, foto stock di qualità di solito sono troppo astratte per trasmettere il messaggio.

Adatto a: Facebook, Twitter, Pinterest, LinkedIn e Instagram

Un'idea da provare: Prova a rispondere a queste tre domande (entro Brian Peters , il nostro Digital Marketing Strategist) la prossima volta che desideri condividere un'immagine sui social media:

  • Questa immagine avrebbe senso senza didascalia?
  • Questa immagine contiene contenuti pertinenti o approfonditi?
  • Condividerei questo contenuto da solo?

Se rispondi 'sì' ad almeno due delle tre domande, probabilmente ti sei trovato un'immagine autoesplicativa.

9. Utilizzare tabelle o grafici

Un altro tipo di immagine autoesplicativa sono i grafici ei grafici.

Quello che ci piace fare è trovare interessanti studi sui social media e trasformare i risultati chiave in un grafico. In questo modo, i nostri follower possono apprendere rapidamente i risultati chiave dello studio semplicemente guardando il grafico.

Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e LinkedIn

Un'idea da provare: La prossima volta che trovi uno studio interessante sul tuo settore, prova a trasformare alcune statistiche in un grafico o in un grafico. Fogli Google è un ottimo strumento per creare grafici e grafici semplici.

10. Condividi un'infografica pertinente e utile

Secondo un post sul blog di HubSpot , Mass Planner ha scoperto che le infografiche sono apprezzate e condivise tre volte di più rispetto a qualsiasi altro tipo di contenuto.

Ma proprio come le immagini nei post sui social media, la barra della qualità per le infografiche è aumentata nel corso degli anni. Credo che le migliori infografiche condividano informazioni utili e pertinenti con il pubblico.

Per l'infografica sopra, ai nostri follower è piaciuto il fatto che sia qualcosa di utile a cui possono fare riferimento mentre lavorano.

Adatto a: Pinterest, Facebook, Twitter e Instagram

Un'idea da provare: Trasforma uno dei post del tuo blog in un'infografica.

Ecco sette strumenti per aiutarti a creare fantastiche infografiche in 30 minuti .

11. Collaborare con un altro marchio

Ciò richiede un po 'più di pianificazione e organizzazione rispetto alla maggior parte delle tattiche menzionate in questo post, ma ne varrà la pena.

Le partnership reciprocamente vantaggiose ci hanno aiutato a raggiungere nuovi segmenti di pubblico e accrescere i lettori del nostro blog e i nostri social media seguiti nell'ultimo anno.

Quando lavori su un contenuto con un partner, potresti condividerlo o ricondividere reciprocamente il post sui social media relativo al contenuto. Ciò aiuterà entrambi a raggiungere un pubblico che potrebbe non aver sentito parlare di te prima, il che può aiutarti a far crescere il tuo seguito sui social media.

Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e LinkedIn

Un'idea da provare: Crea un contenuto (che può essere un post sul blog, un'infografica o un video) con un'azienda che sia in linea con il tuo marchio e co-promuoverlo insieme.

Questo post entra nei dettagli su come lo facciamo: non pubblicità nativa come la chiamiamo.

12. Fai uno scambio sociale

Ecco una tattica leggermente più semplice rispetto a lavorare su una partnership di contenuto, che può generare vantaggi simili. Lo chiamiamo 'scambio sociale'.

In uno scambio sociale, due società si scambiano regolarmente contenuti pertinenti e condividono i contenuti dell'altra azienda sui propri account di social media. Nell'esempio sopra, Entrepreneur Magazine ha pubblicato un post sul blog di Help Scout.

Con uno scambio sociale, ottieni ottimi contenuti da condividere sui tuoi account di social media e trai vantaggio dalla condivisione dei tuoi contenuti da parte di un'altra azienda.

Gregory Ciotti, un ex marketer di Help Scout, ha condiviso che questa tattica ha portato traffico di referral e ha fatto crescere il loro seguito sui social media. Se vuoi saperne di più su questa tattica, Gregory ha scritto di più su questa idea in il suo post sul blog sulla promozione dei contenuti .

Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e LinkedIn

Un'idea da provare: Trova un'azienda che abbia un pubblico che vorresti raggiungere e trarrebbe vantaggio dall'avere più contenuti sull'argomento che crei. Contatta il social media manager e vedi se lui o lei sarà pronto per uno scambio sociale.

13. Organizza un concorso sociale

Ogni volta che raggiungiamo un traguardo, come compiere sei anni come azienda o lanciarci un nuovo podcast , ci piace regalare un po 'di gadget attraverso un concorso sociale.

Abbiamo scoperto che questi post tendono a generare il maggior coinvolgimento dei nostri follower.

Ecco alcune cose che puoi invitare i tuoi follower a fare per partecipare:

  • Commento
  • Tagga un amico
  • Condividi un post
  • Tweet con un hashtag
  • Pubblica una foto e usa il tuo hashtag di marca

Adatto a: Facebook, Instagram e Twitter

Un'idea da provare: Organizza un concorso sociale chiedendo ai tuoi follower di commentare o taggare un amico. Il prezzo potrebbe essere un prodotto gratuito da parte tua, festoni o buoni regalo.

14. Fai un sondaggio al tuo pubblico

Un altro modo per coinvolgere i tuoi follower è fare un sondaggio.

Esistono molti modi per utilizzare i sondaggi per coinvolgere i tuoi follower, ad esempio questi 13 esempi da marchi reali secondo HubSpot.

Abbiamo utilizzato i sondaggi per coinvolgere i nostri follower , condurre ricerche (non scientifiche) sui clienti , e persino regalare festoni Buffer .

Adatto a: Twitter e Facebook (gruppo)

Un'idea da provare: Fai un sondaggio chiedendo ai tuoi follower cosa vorrebbero vederti condividere sui social media.

15. Poni una domanda o chiedi aiuto

Le persone amano aiutare gli altri, specialmente le persone o i marchi che amano.

Di recente abbiamo chiesto ai nostri follower il loro aiuto per un post sul blog che stiamo scrivendo e sono rimasto sbalordito dalle risposte. In un giorno, i nostri follower hanno condiviso più di cento dei loro siti Web e blog preferiti.

Adatto a: Facebook, Twitter e LinkedIn

Un'idea da provare: Chiedi ai tuoi follower feedback o suggerimenti su qualcosa su cui tu o il tuo team state lavorando in questo momento.

16. Estrai statistiche interessanti da un post sul blog

L'utilizzo di una statistica nella tua introduzione è spesso consigliato come un modo per 'agganciare' i tuoi lettori e continuare a leggere.

Questo metodo può essere utilizzato anche per i post sui social media. Se la statistica è pertinente (e scioccante) per i tuoi follower, potrebbero essere più interessati a leggere il tuo post sul blog o guardare il tuo video.

Adatto a: Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest

Un'idea da provare: Se alcuni post del tuo blog hanno statistiche interessanti, usali come didascalia del tuo post sui social media e invita i tuoi follower a saperne di più nel tuo post sul blog.

17. Prendi una citazione significativa da un post sul blog

Estrarre una citazione dal tuo post sul blog o dall'articolo di qualcun altro è un buon modo per riassumere il contenuto.

A volte, ci piace rispondere con una domanda, chiedendo ai nostri follower se sono d'accordo con la citazione.

Adatto a: Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest

Un'idea da provare: Invece di condividere il titolo del tuo post sul blog, prendi una citazione che contenga l'idea chiave del tuo post sul blog e usala come didascalia. Potresti anche aggiungere una domanda per incoraggiare il coinvolgimento.

18. Crea un elenco nella didascalia

Crea un esempio di elenco

Se il tuo post sul blog contiene un elenco di idee o suggerimenti, puoi estrarre l'elenco e utilizzarlo nella didascalia.

In questo modo, i tuoi follower possono imparare qualcosa dal tuo post sui social media senza dover leggere l'intero post del blog.

Tali elenchi funzionano bene per fornire un contesto sul post del blog e invocare la curiosità.

Adatto a: Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest

Un'idea da provare: Estrai i punti chiave del tuo elenco recente (o di qualsiasi altro post del blog con un elenco) per formare un elenco nella didascalia del post sui social media.

19. Aggiungi emoji o simboli

Eccone uno facile (e divertente) da provare!

Come gli emoji sono diventati una parte importante del linguaggio dei social media , offrono un ottimo modo per entrare in contatto e interagire con i tuoi follower.

Dovresti considerare se l'uso di emoji è in linea anche con l'immagine del tuo marchio.

Adatto a: Facebook, Twitter, Pinterest e LinkedIn (se è in linea con l'immagine del tuo marchio su LinkedIn)

Un'idea da provare: Aggiungi uno o due emoji rilevanti alla fine della didascalia del tuo post sui social media.

Ecco le scorciatoie per l'aggiunta di emoji su Mac e Windows e tre modi per utilizzare gli emoji nel tuo marketing .

20. Condividi o ritweta i post dei tuoi follower

Ritwittate i vostri follower

L'ultima tattica è anche facile da provare: condividere o ritwittare i post dei tuoi follower sulla tua sequenza temporale.

Penso che sia un bel gesto di mostrare apprezzamento ai tuoi follower per averti menzionato o aver condiviso i tuoi post sul blog.

Adatto a: Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e Pinterest

Un'idea da provare: Trova e ritwitta tre citazioni della tua azienda su Twitter. Puoi utilizzare Buffer per pianificare i tuoi retweet non aggiungendo un messaggio a un retweet pianificato.

Separatore di sezione

Qual è il tuo modo preferito di condividere sui social media?

Spero che queste 20 idee possano aiutarti a superare il tuo blocco di creatività e forse persino ispirarti a pensare a più modi per condividere sui social media.

Sarà fantastico anche imparare da te. Oltre a questi 20 modi, in quale altro modo condividi i tuoi contenuti sui social media? C'è una tattica che ha funzionato bene per te?

-

Credito immagine: Unsplash



^