Biblioteca

Come scrivere un post sul blog: un'analisi completa di come lo facciamo a Buffer

Nella mia esperienza, uno dei modi migliori per scrivere contenuti di qualità è trovare il tempo per scrivere contenuti di qualità.

Sono grato che il team di Buffer sottolinea il blog come mezzo per aiutare gli altri, spargere la voce su Buffer e condividere i nostri apprendimenti e miglioramenti . Questo mi permette di passare il tempo a scrivere.



E come trascorro quel tempo?



Mi piacerebbe mostrartelo.

Pubblichiamo quattro post a settimana sul blog Buffer, ogni post di almeno 1.500 parole (e in genere oltre 2.000). Scrivo tre di questi post. E nelle ultime due settimane, ho monitorato ogni minuto trascorso su un post del blog dalla ricerca alla promozione. Ecco come tutto si rompe.



Come scrivere un post sul blog

Quanto tempo ci vuole per scrivere un post sul blog di buffer

Scrivo un post sul blog Buffer in media 2 ore e 58 minuti.

Il post più lungo ha richiesto 3 ore e 33 minuti.

Il post più breve ha richiesto 2 ore e 23 minuti.



Il post che sto scrivendo in questo momento ha richiesto 2 ore e 42 minuti (ho aggiunto tutto una volta finito).

In totale, ho tracciato sei diversi post del blog. Ecco una ripartizione del conteggio delle parole e del tempo impiegato in ciascuno dei sei post delle ultime due settimane.

per quanto tempo scrivere un post sul blog buffer

I tempi sono stati davvero interessanti da vedere in quanto sono migliorati parecchio da quando ho iniziato con Buffer. Proprio come il post di Belle su come lei ridurre il suo tempo di scrittura da 2 giorni a 4 ore , Direi che anche il mio tempo di scrittura è diminuito in modo significativo.

In precedenza, passavo dalle 8 alle 12 ore per post. È incredibile vedere come il tempo si sia ridotto man mano che ho acquisito esperienza e fiducia nello scrivere per il blog Buffer.

Come passo il mio tempo a scrivere post sul blog

Da una prospettiva a volo d'uccello, ecco una rapida panoramica di come le tre ore di tempo si dividono in modo specifico, in base alle diverse fasi del mio processo di scrittura. Mi piacerebbe entrare ancora più in dettaglio su ciascuna di queste fasi di seguito.

Come scrivere un post sul blog su Buffer

E una punta di cappello allo strumento di monitoraggio del tempo gratuito Toggl per avermi aiutato a monitorare e compilare facilmente tutte queste statistiche.

Ricerca: 40 minuti per post

Uno dei tratti distintivi dei post del blog sul blog Buffer è il fatto che sono articoli basati sulla ricerca, scientifici e orientati ai dati con suggerimenti specifici e utilizzabili.

legge 31 48 leggi del potere

Per questo motivo, è fondamentale dedicare più tempo possibile alla ricerca, alla scienza e ai dati da condividere.

Il mio processo di ricerca si è accelerato un po 'poiché ho acquisito esperienza con i social media e con il modo di fare Buffer. Sono in grado di attingere al passato per scrivere buoni pezzi di articoli ora, con meno passaggi tra vecchi articoli e vecchi thread.

Per trovare rapidamente un articolo di cui abbiamo scritto in passato, eseguo una ricerca site: su Google.

site: buffer.com/library parola chiave

Per trovare risorse su cui citare e approfondire statistiche o strategie sui social media, eseguo molte ricerche personalizzate su Google, sia su google.com che su Google Scholar (tonnellate di ottimi articoli di ricerca e studi scientifici).

  • Inizierò con una serie di parole chiave, inserendole ciascuna in una ricerca su Google.
  • Perfezionerò i termini di ricerca in base ai suggerimenti di compilazione automatica e alle ricerche suggerite nella parte inferiore della pagina
  • Modificherò le impostazioni della data per mostrare solo i risultati dell'anno passato
ricerca su google dell

Oltre a questi flussi di lavoro, trovo anche che sia possibile fare molte ricerche prima ancora di iniziare a cercare un post sul blog.

Sembra un po 'controintuitivo, giusto? Bene, il modo in cui ha funzionato in Buffer è che raccogliamo e archiviamo qualsiasi ricerca interessante nei file Evernote personali o nella bacheca del blog Trello del nostro team. Ho utilizzato un metodo per evidenziare e contrassegnare gli articoli in Pocket o per aggiungere ai preferiti i tweet a cui potrei fare riferimento in seguito per informazioni.

Comunque tu scelga di farlo, questa fase di pre-ricerca può farti risparmiare molto tempo quando si tratta di iniziare un nuovo post sul blog.

Struttura: 4 minuti per post

Alcuni post, non tutti, passano attraverso una fase di struttura in cui prenderò la ricerca e la organizzerò in un flusso libero. È tutto molto provvisorio e congestionato, mi aspetto che il prodotto finale cambi molto rispetto alla struttura iniziale.

Lo schema è semplice come annotare le sezioni che finirò per scrivere e l'ordine in cui penso che appariranno, quindi spostare la ricerca, le statistiche e le citazioni in ciascuna sezione.

Aiuta a spostare le cose per la fase di scrittura (successiva).

Scrittura - 59 minuti per post

WordPress aveva questo fantastico uovo di Pasqua quando passavi all'editor senza distrazioni. La parte inferiore dell'editor direbbe: 'Basta scrivere'.

basta scrivere wordpress

E questo è un ottimo consiglio. In questa fase del mio processo di scrittura, scrivere è la cosa più preziosa che posso fare. Chiudo tutto, entro nell'editor di WordPress senza distrazioni e lascio volare tutto ciò che mi viene in mente.

Scrivo sempre prima l'introduzione, poiché mi aiuta a concentrarmi su dove è diretto l'articolo e rende un po 'più facile psicologicamente rimanere bloccato nella scrittura del post poiché non sto lavorando da una pagina completamente vuota.

Mentre scrivo, terrò a mente cose come:

  • Lunghezza della frase variabile
  • Variazione della dimensione del paragrafo
  • Aggiunta di spazio per le immagini (utilizzo un testo segnaposto di '// pic')
  • Promemoria per tornare indietro e aggiungere statistiche o specifiche (lascio una 'xx' per le informazioni mancanti)

E oltre a questo, non c'è molto altro che farò. Scrivi e basta. Anche se è terribile. (Terribile è meglio di zero.)

Alla fine della fase di scrittura, spesso avrò 2.000 o più parole con cui lavorare.

Modifica - 26 minuti per post

Mi do la libertà di lanciare un sacco di idee, pensieri e divagazioni nel post durante la fase di scrittura perché so che la fase di editing sta arrivando. Avrò la possibilità di ripulire le cose.

E per molti versi, l'editing è un po 'come la scrittura: parte II. Ci sono momenti in cui ritaglierò porzioni enormi di ciò che ho scritto prima e ricomincio da zero.

E uno dei modi più utili che ho trovato per modificare è dare all'articolo un po 'di tempo per cuocere a fuoco lento, un paio d'ore o preferibilmente un giorno. Quando posso tornare a qualcosa con occhi nuovi, spesso sono in grado di vedere le cose da una prospettiva migliore.

Durante il processo di modifica effettivo, farò quanto segue:

  • Rafforza l'introduzione e assicurati che includa una formula o un gancio per il copywriting
  • Ricontrolla che i titoli siano descrittivi e evidenti
  • Ricontrolla che le intestazioni siano delle dimensioni corrette (nel nostro caso, H2 vs H3 vs grassetto)
  • Aggiungi collegamenti agli articoli precedenti di Buffer nell'introduzione e in tutta la storia, se del caso
  • Aggiungi eventuali informazioni mancanti come statistiche o attribuzione della fonte
  • Rimuovi le sezioni che non aggiungono valore all'articolo taglia le sezioni molto lunghe
  • Aggiungi formattazione come grassetto, corsivo, blockquote, rientro, elenchi puntati, elenchi numerati
  • Correggi

Creazione di immagini: 30 minuti per post

Il contenuto con immagini ottiene 94 percento di visualizzazioni in più .

Quindi miriamo a essere piuttosto propositivi nel trovare e creare immagini fantastiche per ogni post.

Di solito trovo o creo le seguenti immagini per ogni nuovo articolo:

  1. Un'immagine del titolo realizzata in Pablo , con la parola chiave del post, un sottotitolo e un'icona
  2. Un'immagine principale che funge da sfondo per l'intestazione dell'articolo
  3. Screenshot
  4. Grafica in formato Pinterest, verticale e 735 x 1102
  5. Grafica varia, secondo necessità

Per creare tutte queste cose interessanti, ho trovato un elenco di strumenti e siti Web piuttosto solido. Ecco quelli che visito più spesso:

  • Pablo , per le immagini dei titoli e le immagini delle citazioni
  • Canva , per grafici vari e grafici di dimensioni Pinterest
  • Skitch , per screenshot con annotazioni
  • App cloud , per GIF animate
  • Compressor.io , per la compressione di immagini di grandi dimensioni in file di dimensioni inferiori
  • IconFinder e The Noun Project , per le icone
  • UnSplash e Morte alla foto d'archivio , per immagini gratuite (ci sono anche tantissime altre fantastiche fonti di immagini gratuite)

Molto veloce, ecco un esempio di quello che faccio quando creo l'immagine del titolo per i post del blog. Ho questo tempo ridotto a circa due minuti.

  1. Inserisci il titolo, imposta il titolo su Open Sans font, Extra Large, Bold
  2. Fare clic per aggiungere del testo secondario, impostare il testo su Carattere soddisfacente, Grande
  3. Trova un'immagine su UnSplash, astratta ma forse in qualche modo correlata al post, ad es. un cruscotto dell'auto per un post sulle metriche o un aereo per un post sulla crescita
  4. Carica l'immagine, imposta su Sfocatura
  5. Trova un'icona in IconFinder, imposta la ricerca solo su icone piatte
  6. Scarica l'icona e carica su Pablo come opzione 'Aggiungi un logo', ridimensiona se necessario
  7. Centra tutti gli elementi
  8. Scarica sul mio computer
Come creare un

SEO: 4 minuti per post sul blog

Per la SEO, gran parte di essa entra in vigore nelle prime fasi del nostro processo di blogging. In effetti, spesso accade prima ancora che il processo inizi.

La fase dell'idea a volte è il momento migliore per considerare la parola chiave su cui ti concentrerai nella storia. Quando hai in mente una parola chiave sin dall'inizio, la parte SEO del processo di scrittura è piuttosto veloce.

Nelle ultime due settimane ho avuto il privilegio di scrivere post con parole chiave chiare come 'promozione dei contenuti', 'strumenti di collaborazione' e 'lista di controllo dei social media'.

Naturalmente, a volte la parola chiave non è così chiara. Quando ho dei dubbi su quale parola chiave concentrarmi, eseguo una rapida ricerca su Google.

vado a trends.google.com e digita le parole chiave che sto considerando. Ecco cosa ha da dire Google Trends su questo post su come trascorrere il tuo tempo scrivendo un post sul blog.

parole chiave tendenze google

Inoltre, un altro metodo consiste nell'aprire una finestra del browser in incognito, andare su Google e iniziare a digitare potenziali parole chiave e notare i risultati di Compilazione automatica che vengono visualizzati.

risultati di compilazione automatica

Per il blog Buffer, utilizziamo un plug-in di WordPress, Yoast SEO, per gestire le specifiche dell'implementazione della strategia SEO in ogni post, in modo che abbiamo solo poche piccole attività da fare su ogni post per impostare il SEO.

  • Scegli una parola chiave principale
  • Scrivi un titolo SEO, utilizzato su Google, Facebook, ecc.
  • Scrivi una descrizione
  • Modifica l'URL dell'articolo
tu sei seo

Di tanto in tanto, per assicurarmi che il contenuto sia incentrato su quella parola chiave o frase, farò una rapida ricerca all'interno dell'articolo (CTRL + F) per vedere quante volte viene menzionata la parola chiave o per riscrivere eventuali frasi che potrebbero essere simili.

Titoli: 6 minuti per post

Recentemente, ho iniziato a tentare una sorta di sfida da titolo Upworthy.

Gli autori di Upworthy scrivono 25 titoli per ogni post e poi scelgono i migliori dall'elenco da condividere sui social media e testarli come titolo vincente.

Finora sono riuscito a fare 15 titoli per post ed è stato un esercizio davvero fantastico.

Forse ciò che mi ha aiutato di più in questo è essere in grado di fare riferimento a un paio di articoli sul blog Buffer che parlano di titoli:

Avere questi a portata di mano è davvero utile per il brainstorming delle diverse opzioni per i titoli e mi ha aiutato a espandere la mia creatività e apertura a nuove idee per i titoli.

E non tutti i titoli sono vincitori! (In base alla mia esperienza fino ad ora, vale la pena tenerne circa 1/3.) Ad esempio, ecco l'elenco dei titoli che ho raccolto per il post che alla fine è stato intitolato La guida deliziosamente breve al ROI dei social media .

Buffer headline challenge

Promozione: 7 minuti per post

Ci sono tanti suggerimenti e tecniche interessanti per promuovere i tuoi contenuti. Sono ansioso di esplorarne molti ulteriormente in questa fase, facciamo solo un paio di cose per i post del blog Buffer.

Quello che farò è condividere ogni nuovo post più volte sui social media, secondo un programma di condivisione che abbiamo ripetuto qui a Buffer: più volte nei primi giorni su Twitter, una volta oggi e una volta più tardi nella settimana su Facebook e Google+, una volta su LinkedIn.

come andare a vivere con Instagram
pianificazione dei post sui social media

E poi ogni nuovo post viene anche inviato alla nostra mailing list RSS (puoi iscriverti Qui se sei interessato). E questo processo avviene automaticamente. Ogni nuovo post viene acquisito da MailChimp e inviato alle 10:00 Pacific Time.

Come è cambiato il mio processo nel tempo

Una cosa che ho scoperto del mio processo di scrittura è che sembra cambiare regolarmente.

Durante la settimana accadono cose che mi consentono di adattare il programma e mi imbatterò in un nuovo sistema di scrittura e manterrò quel sistema fino a quando non ne verrà installato uno nuovo.

Mi è piaciuto particolarmente un sistema che ho usato quando ho iniziato a Buffer: Il processo di post sul blog di 3 giorni . Funzionava così:

  • Primo giorno: ricerca
  • Secondo giorno: scrittura
  • Terzo giorno: montaggio

E l'idea è di scaglionare il programma in modo da eseguire una di ciascuna fase per tre diversi post del blog ogni giorno.

3 giorni di post sul blog

In questo modo, sono stato in grado di scrivere fino a cinque post sul blog a settimana e mi sentivo benissimo per il tempo extra per concentrarmi e riflettere sul contenuto che stavo pubblicando.

(Il mio programma si è leggermente spostato su un metodo di scrittura più di un giorno in cui farò la maggior parte in un giorno e poi farò una lettura finale il giorno della pubblicazione.)

Come si presenta il tuo processo di blogging?

Sarebbe fantastico sentire come scrivi, come trascorri il tuo tempo e tutti i suggerimenti che hai raccolto.

Sentiti libero di condividere la tua esperienza nei commenti o chiedere qualsiasi follow-up sul modo in cui faccio le cose in Buffer.

Fonti di immagini: Pablo , Startup Stock Photos , WordPress , Kapost



^