Biblioteca

La guida alla frequenza dei social media: quanto spesso pubblicare su Facebook, Twitter, LinkedIn e altro

Subway ha questo panino con sopra i Fritos . Lo so perché i loro spot vengono riprodotti costantemente sulla mia TV e sul mio computer in modo tale da farmi quasi memorizzare gli annunci.

come creare un gruppo Facebook chiuso

Ogni volta che vanno in onda le loro pubblicità, Subway flirta con la raffinata arte della frequenza. Quante volte è troppo spesso condividi con il tuo pubblico ?




Marketing sui social media affrontare lo stesso dilemma. Vogliamo entrare in contatto con i follower senza allontanarli. Puntiamo al perfetto equilibrio tra condivisione e ascolto . Finisco per indovinare molto, provare e testare nuove varianti su quanto spesso dovrei pubblicare.



Se è necessario indovinare per trovare la frequenza ottimale, almeno possiamo esserlo fare ipotesi plausibili . Sono stato felice di trovare alcune ricerche sulla quantità ideale da pubblicare ogni giorno. Che il test abbia inizio.

Aggiornare: L'ottimizzazione della pianificazione dei tuoi social media è una delle strategie che copro in Corso e-mail su strategie social media fruibili . Mi piacerebbe condividere con te alcuni metodi pratici per sincronizzare i tuoi tweet. (Inoltre, riceverai indicazioni su altre 24 aree dei social media!)



Trova l'equilibrio tra informativo e fastidioso

Un buon contenuto può essere trovato in una moltitudine di posti e una volta trovato tutto, la prossima domanda che potresti chiederti è quanto spesso puoi condividere.

Il nostro post su curare i contenuti scintillava questa domanda esatta , chiesto nei commenti di Ryan Battles. Mi piace molto il modo in cui lo esprime Ryan, e la mia scommessa è che parli per molti di noi curatori:

Ho iniziato a twittare contenuti da Buffer, da 3 volte al giorno a 7 volte al giorno. Con che frequenza condividete tutti i contenuti? Sto cercando di bilanciare l'essere informativo e l'essere fastidioso

Informativo contro fastidioso. Questo è proprio il motivo per cui a tutti noi interessa la frequenza di pubblicazione. Vogliamo fornire valore, ma non vogliamo esagerare. Dov'è la linea sottile? Ed esattamente quanto va bene?



La frequenza con cui Buffer condivide i social media

Prima di cercare la risposta giusta alla domanda sulla frequenza (se una cosa del genere esiste), ho pensato che potesse essere utile condividere l'unica risposta che posso dare con il 100% di certezza: la frequenza con cui condividiamo i social network su Buffer.

(Nostro piano di automazione dei social media include il coinvolgimento al di fuori dei confini di questo programma, ma in termini generali, questo è quanto spesso pubblichiamo.)

  • Twitter - 14 volte al giorno, da mezzanotte alle 22:00 Central Time, mai più di una volta all'ora sette volte al giorno nei fine settimana, dalle 3:00 alle 21:00, all'incirca ogni tre ore
Buffer programma post Twitter
  • Facebook - 2 volte al giorno, sette giorni su sette, alle 10:08 e alle 15:04
  • LinkedIn - 1 volta al giorno, 8:14, nessun fine settimana
  • Google+ - 2 volte al giorno, 9:03 e 19:04, nessun fine settimana
Di seguito vedrai parte della scienza alla base della nostra frequenza di condivisione, ma saprai anche che abbiamo impostato il nostro programma, come quasi tutto in Buffer, come un esperimento e iteriamo costantemente in base alle nostre analisi.Per quanto riguarda la spiegazione del motivo per cui twittiamo alle 3:00, vogliamo entrare in contatto con il nostro pubblico globale. Le tre del mattino, Central Time, sono le 9:00 a Londra. Se non hai un pubblico globale, potresti non ottenere lo stesso valore dal twittare nel cuore della tua notte.

(O forse alle 3:00 del mattino. è un buon momento per inviare, se credi alla Teoria Informerciale. Continua a leggere …)

La frequenza ottimale per la pubblicazione sui social media

'Conoscere' il MEGLIO è impossibile. Puoi solo prevedere e misurare.

Esito a iniziare questa discussione con una risposta così tiepida alla domanda sulla frequenza di pubblicazione. Ma Dan Wilkerson di LunaMetrics è giusto.

Prevedi.

Misurare.

Ripetere.

Non ci sono molte scorciatoie qui, ma con i dati giusti, possiamo almeno ottenere un vantaggio nel processo di previsione . Dire senza ombra di dubbio che X è il miglior numero di volte per postare su Twitter e Y è il miglior numero per postare su Facebook sarebbe fuorviante. Ci sono dati ben studiati, di sicuro. Ma consideralo come un punto di partenza per personalizzare il tuo programma ottimale.

Con che frequenza pubblicare su Facebook

Social Bakers ha studiato per tre mesi i contenuti di Facebook dei principali marchi e ho scoperto che i migliori brand hanno in media un post al giorno.

Frequenza di pubblicazione dei marchi di Facebook

Come regola generale, Socialbakers trovato che pubblicare una volta alla settimana su Facebook era così basso da perdere la connessione con il tuo pubblico e pubblicare più di due volte al giorno stava oltrepassando il limite in fastidioso.

Il suo studio del 2011 lo ha rilevato il punto debole è da cinque a 10 post a settimana.

Ulteriori ricerche di Track Social nel 2012 ha confermato che c'è effettivamente un calo delle risposte per post oltre il limite di un post al giorno.

Quando un marchio pubblica due volte al giorno, quei post ricevono solo il 57% dei Mi piace e il 78% dei commenti per post. Il drop-off continua man mano che vengono creati più post nel corso della giornata.

Tuttavia, Track Social ha fatto un ulteriore passo avanti per vedere l'effetto che più post al giorno avevano sulle risposte totali di una pagina in un dato. In questo caso, non c'è stato alcun cambiamento significativo all'aumentare della frequenza post. Ciò suggerisce che non perderai conversazioni se aumenti la frequenza con cui pubblichi.

Il grafico sottostante rappresenta un punteggio composito dei dati di Facebook di Track Social. C'è un calo costante dopo il primo post ogni giorno, ma il calo non è così precipitoso come potresti pensare.

Frequenza di risposta di Facebook

Un avvertimento: la maggior parte di questa ricerca proviene da prima La recente modifica dell'algoritmo di Facebook . Al giorno d'oggi, il feed apprezza molto i contenuti freschi. (Di conseguenza, le società di media possono pubblicare da quattro a 10 volte più spesso dei marchi e continuare a vedere il coinvolgimento) Studio di Edgerank Checker pubblicato sul blog di Moz ha stabilito che un modo per contrastare la modifica dell'algoritmo potrebbe essere quello di pubblicare più frequentemente, ogni volta che si hanno contenuti nuovi e convincenti da condividere.

Con che frequenza pubblicare su Twitter

Insieme alla loro analisi della frequenza dei post di Facebook, Social Bakers ha anche studiato Twitter , prendendo un campione casuale di 11.000 tweet delle migliori marche e concludendo che tre tweet al giorno è il punto in cui i marchi iniziano a vedere un grande coinvolgimento.

Frequenza del tweet

Nel grafico sopra, il tasso di coinvolgimento totale misura il numero totale di risposte, retweet e preferiti. Il tasso di coinvolgimento medio è il coinvolgimento totale diviso per il numero di tweet inviati in un determinato giorno.

In entrambi i casi, tre tweet erano il numero magico per una pubblicazione ottimale.

Tuttavia, tre tweet non sono così tanti. Potrebbe davvero essere questo il segno magico per una frequenza ottimale? Stiamo tutti facendo molto più lavoro del necessario?

Dipende.

Nello specifico, dipende da cosa vuoi misurare. La misura del coinvolgimento per tweet può dirti a che punto i tuoi tweet individuali raggiungono i livelli massimi di prestazioni. Track Social ha rilevato che questo numero è simile a Social Bakers . Per Track Social, la risposta per tweet raggiunge il picco di cinque e poi diminuisce.

Quindi, se vuoi trarre il massimo da ogni tweet che invii, tweet circa cinque volte al giorno.

L'altro modo di vedere questo è con la risposta giornaliera, una misura più chiara della quantità totale di interazione che un marchio ha con il suo pubblico. Quando Track Social ha osservato questa statistica, la raccomandazione è cambiata.

usa Facebook per commercializzare la tua attività
Se vuoi trarre il massimo dalla tua presenza su Twitter nel suo complesso, twitta fino a 30 volte al giorno. Frequenza di coinvolgimento dei tweet

Fondamentalmente, ciò che questo grafico dice è che più twitti, maggiori sono le opportunità che hai per interagire con i fan e maggiore sarà la risposta totale che riceverai. È uno studio in scala. Un volume maggiore dovrebbe essere correlato a una risposta totale maggiore e il grafico sopra mostra che ciò è vero.

L'asporto qui sarebbe nell'osservare i picchi, quando le risposte saltavano a diversi volumi di tweet. Spike # 1 si è verificato circa 4-5 tweet al giorno, Spike # 2 a 11-15 tweet e Spike # 3 a 21-30.

Alexandra Skey di Spokal ha una nota utile qui: i proprietari di piccole imprese faranno meglio ad aderire alla regola dei 5 tweet al giorno perché ti dà il massimo vantaggio per il tuo dollaro allungato. Potresti non avere tempo per più di 20 tweet al giorno (14 a Buffer è un lavoro a sé stante alcuni giorni). Sfrutta al massimo il tempo che hai.

Con quale frequenza pubblicare su LinkedIn e Google+

Come ci si potrebbe aspettare, la ricerca è più approfondita per Facebook e Twitter rispetto a qualsiasi altro social network. I dati sulla frequenza per LinkedIn e Google+ sono molto più difficili da trovare.

Il migliore linee guida per la condivisione su LinkedIn proviene dal sito stesso, che ha pubblicato un rapporto di marketing affermando 20 post al mese ti consente di raggiungere il 60 percento del tuo pubblico.

Venti post al mese equivalgono un messaggio per giorno feriale.

I consigli per Google+ sono un po 'più complicati. Anche gli utenti pesanti del servizio possono differire sulla frequenza 'giusta'.

Forse è meglio pensare a quale social network assomiglia di più al formato e al pubblico di G +. Facebook potrebbe essere considerato il modello più vicino, quindi puoi iniziare Modello da cinque a 10 post a settimana di Facebook.

Qualcosa da considerare: il ciclo di vita incredibilmente breve di un tweet

Ci vogliono 18 minuti perché un tweet sia oltre la collina.

Peter Bray di Moz ha eseguito i numeri e abbiamo scoperto che il punteggio di 18 minuti corrisponde al tempo necessario per la metà dei retweet di un tweet. In altre parole, una volta che un tweet è stato pubblicato per 18 minuti, ha raggiunto l'apice del suo coinvolgimento. Il fidanzamento rimanente potrebbe seguire, ma i suoi giorni di gloria sono finiti.

Ciclo di vita mediano dei tweet

Il ciclo di vita di un tweet è più breve della maggior parte degli altri post sui social media (Pinterest potrebbe godersi la vita più lunga, per quello che vale). Anche le aspettative su Twitter riflettono quest'aura di immediatezza. Convince and Convert lo hanno scoperto Il 42% dei clienti si aspetta che una richiesta di supporto riceva risposta su Twitter entro 60 minuti .

Se stai cercando una fonte di giovinezza per i tuoi tweet, potresti trovare conforto in questo:

Presumibilmente, più a lungo un tweet si trova nella parte superiore della pagina, più lunga è la sua vita. Più tweet, più breve sarà la durata di ogni singolo tweet.

Il ciclo di vita di Facebook è molto più lungo, relativamente parlando

I post di Facebook raggiungono la loro emivita al segno di 90 minuti, quasi quattro volte più a lungo di Twitter.

icone di social media gratuite per la firma di posta elettronica

Il segno dei 90 minuti è stato trovato da Wisemetrics in il loro studio sui cicli di vita di Twitter e Facebook . Hanno scoperto che 24 minuti era il punto di coinvolgimento mediano per Twitter e 90 minuti per Facebook. Per Facebook, un post raggiunge il 75% del suo potenziale nelle prime 5 ore (rispetto alle tre ore per Twitter).

twitter_lifetime_21

Di nota:

Twitter inizia molto più velocemente di Facebook, ma poi la loro durata supera l'87%. Gli ultimi retweet arrivano molto più tardi su Twitter rispetto all'ultimo impegno per un post di Facebook. Ciò è probabilmente dovuto alla viralità che è molto più evidente su Twitter che su Facebook.

Wisemetrics entra in un grande livello di dettaglio sulla loro analisi, spiegando anche perché i dati popolari sull'argomento sono variati, in particolare Affermazione di Betaworks di cinque minuti e l'affermazione di bitly di 2,8 ore. Vale la pena leggere se sei interessato.

Conclusione: le prime due ore sono il momento più importante per il tuo tweet.

Pianifica i tuoi post quando il tuo pubblico è online

Frequenza e programmazione vanno di pari passo in così tanti modi nella tua strategia di social media marketing che è difficile pianificarne uno senza l'altro.

Followerwonk è uno dei nostri strumenti preferiti per vedere quando i tuoi follower sono online e per pianificare di conseguenza. C'è anche integrazione con Buffer in modo che tu possa sposare i due insieme. Ecco un grafico di esempio da Followerwonk, che mostra le ore più attive per i tuoi follower:

Esempio di Followerwonk

Se preferisci modifica tu stesso il tuo tempismo sociale , puoi considerare di sincronizzare la pianificazione dei post con i fusi orari. Il cinquanta per cento degli americani vive nel fuso orario orientale . L'ottanta per cento completo vive nell'Est e nel Centro messi insieme. La pubblicazione in conformità con questi fusi orari potrebbe essere estremamente utile per un'azienda nazionale. I sottobicchieri occidentali possono programmare i tweet molto presto la mattina (che non sarebbe così presto nell'ora centrale e orientale) ed evitare di postare tardi durante la notte della costa occidentale.

L'effetto promozionale a tarda notte

Come puoi immaginare, c'è un rovescio della medaglia nella pianificazione dei tuoi post quando il tuo pubblico è online. Lo chiameremo effetto pubblicitario a tarda notte— un altro bocconcino divertente da Peter Bray . Va un po 'più o meno così:

Quando non c'è nient'altro, è più probabile che guardi uno spot pubblicitario.

Quando viene twittato poco altro, è più probabile che i tuoi tweet si distinguano.

Certo statistiche di email marketing seguire una linea di pensiero simile. Potresti vedere percentuali di apertura e clic maggiori quando la tua email è una delle uniche nella posta in arrivo. I dati seguenti lo suggeriscono 20:00. a mezzanotte ottiene le aperture e i clic più alti .

Statistiche di email marketing: invia a tarda notte

Essere una delle voci solitarie nella posta in arrivo potrebbe rivelarsi vantaggioso. Lo stesso si potrebbe dire per i social media.

Forse postare fuori orario non è poi così male, dopotutto?

momento migliore per postare su fb

Asporto

La tentazione di cancellare la frequenza dei social media come 'dipende' è enorme, ma penso che i numeri di alcuni studi mostrino alcuni punti di partenza generali su cui iniziare.

Pubblica su Twitter almeno 5 volte al giorno. Se riesci a scambiare fino a 20 post, potresti stare ancora meglio.

Pubblica su Facebook da cinque a 10 volte a settimana.

Pubblica su LinkedIn una volta al giorno. (20 volte al mese)

E sii sempre testando, sperimentando, ripetendo e migliorando. Il confine tra informativo e fastidioso può essere super sottile, ma è quello che puoi trovare con un po 'di pratica.

Con quale frequenza pubblichi sui social media? Hai scoperto che esiste un punto in cui i rendimenti diminuiscono? Mi piacerebbe sentire cosa ne pensi, se non ti dispiace rivelare alcuni segreti.

P.S. Se ti è piaciuto questo post, potrebbe piacerti anche Perché dovresti condividere il tuo post sul blog più di una volta sui social media e Come trovare il momento migliore per twittare: i 4 metodi più accurati .

Vuoi altri suggerimenti sui social media? Partecipa al nostro corso di posta elettronica gratuito!

Ho messo insieme un elenco di 25 strategie pratiche per i social media (inclusa la pianificazione dei post!) Che funzionano per noi qui a Buffer e mi piacerebbe condividerle con te via email. (Ti terremo aggiornato anche con altri suggerimenti sui social media!)

Iscriviti qui ->

Crediti immagine: Sergiu Bacioiu , Panettieri sociali , Tieni traccia dei social , Moz , Wisemetrics



^