Biblioteca

Strategia sui social media: quanto tempo richiede davvero una buona strategia?

Ho un post sul blog da scrivere. Questo post sul blog, per essere esatti.

E nel corso della ricerca, delineamento, della scrittura, del montaggio e della scrittura, ho anche altri cappelli da indossare. Marketing via email . Social media strategia. Promozione del blog, design del blog e qualsiasi altra cosa che dovrebbe accadere nel mio piatto.



Sono sicuro che indossi anche molti cappelli.



Come trovi il tempo per indossarli tutti?

Uno dei miei compiti che sto attualmente ottimizzando è l'implementazione di una strategia per i social media in Buffer. Nel mezzo di scrivendo post come questi , Sono anche curioso di vedere quanto tempo ci vuole per mettere in atto una strategia sui social media.



Fa giocoleria gestione dei social media insieme a una manciata di altri compiti ti suonano familiari? In tal caso, ho pensato che potrebbe essere utile dettagliare ciò che ho trovato finora e mostrare cosa è coinvolto tutto nel modo in cui gestiamo la nostra strategia sui social media in Buffer.

Una strategia di social media di prim'ordine inizia con un fantastico programma in qualsiasi momento! Fai un giro sulla dashboard di Buffer . Riempi la tua coda— gratuito ... in pochi minuti!

qual è il più recente social media

La ruota della strategia sui social media

È interessante notare che una strategia sui social media e al piano dei social media avere molti crossover.



Puoi pensarla in questo modo: una strategia è dove sei diretto. Un piano è come ci arriverai.

Quando penso al tempo necessario per implementare una strategia sui social media, non posso fare a meno di includere anche le parti essenziali del nostro piano. In effetti, penso che la strategia possa essere ridotta a una semplice idea in tre parti:

Una volta elaborata la strategia, dovrai implementarla, misurarla e pensarci di nuovo.

Ecco come potrebbe apparire questo processo.

La ruota della strategia sui social media

Mi sono imbattuto in idee come questa prima d'ora. Per esempio, Il suggerimento di Amy Porterfield sulla strategia sui social media è valutare, implementare e monitorare. Altri lo chiamano organizzare, agire e riorganizzarsi.

Dirlo in un altro modo:

  1. Questo è quello che vogliamo fare
  2. Ecco come lo faremo
  3. È così che abbiamo fatto

Quindi, ripeti.

È così che scelgo di visualizzare la nostra strategia sui social media in Buffer. E ora per l'importantissima domanda di follow-up: Quanto tempo richiede questo processo?

Il tempo necessario per una buona strategia sui social media

Ho preso sul serio il mio monitoraggio del tempo questa settimana, così serio, infatti, che l'ho usato Raccolto Software di monitoraggio del tempo per vedere esattamente quanto tempo impiegano queste cose. Volevo vedere esattamente quanto tempo ci vuole per mettere in atto una solida strategia sui social media.

Ecco cosa ho trovato:

Scheda attività strategia sui social media (1)

In sostanza, il tempo si divide in questo modo:

Ogni lunedi , rivisita la tua strategia per assicurarti di essere sulla strada giusta e concentrarti sulle aree giuste

Tempo : 1 ora

da lunedì a venerdì , attuare la strategia. Pianifica, crea e pubblica aggiornamenti. Interagisci con la community.

Tempo : 2 ore

Ogni venerdì , controlla le tue metriche. Guarda come stai raggiungendo i tuoi obiettivi e identifica le aree di crescita.

Tempo : 1 ora

Tempo totale: 12 ore settimanali

A seconda dell'ambito della tua attività, il tuo tempo potrebbe essere maggiore o minore di questo. Potresti avere un team di personale dedicato ai social media che può dare 40 ore a settimana o più. Oppure potresti avere una piccola impronta nei social e non aver bisogno di tante ore. I tempi sopra riportati sono semplicemente la mia esperienza, sentiti libero di usarli come guida e punto di riferimento per la tua strategia sociale.

Per quanto riguarda l'aspetto specifico del mio tempo, ecco un assaggio di ciò che è coinvolto in ogni fase del processo: pianificazione, implementazione e misurazione.

1. Come creare una strategia sui social media

Una buona strategia sui social media inizia con una buona idea.

Per cosa vuoi usare i social:

  • I saldi?
  • Lealtà?
  • Consapevolezza?

Queste sono le tre aree principali che Jay Baer si identifica come potenziali punti focali di una strategia sui social media. Come dice Baer: qual è il punto del tuo social media marketing? Scegli uno dei precedenti e concentra i tuoi sforzi su quel singolo obiettivo.

Le migliori strategie sui social media sono quelle che si concentrano (almeno inizialmente) su una logica più ristretta per i social.

Nel pensare a questa domanda di 'Qual e il punto?' abbiamo scoperto che la risposta a volte può cambiare man mano che i tuoi obiettivi di marketing diminuiscono e diminuiscono. Ti incoraggerei a farlo rivisita spesso questa domanda . Non aver paura di cambiare marcia e mirare a un nuovo obiettivo.

Ad esempio, potresti scoprire che è meglio concentrarsi presto sulla consapevolezza, soprattutto se la tua attività è appena pronta. Dopo aver creato una consapevolezza sufficiente, potrebbe avere senso spostare la tua attenzione sulla fedeltà o sulle vendite. Le tue strategie possono crescere man mano che la tua azienda cresce.

Una volta definito il tuo obiettivo principale per i social, puoi avere un quadro chiaro di quale metriche di successo tracciare. Amy Porterfield ha un ottimo modo per scomporlo , secondo le tre principali strategie di social media :.

Se scegli i saldi , ti consigliamo di monitorare le percentuali di clic, le vendite di social e-commerce e i tassi di conversione.

Se scegli lealtà , monitorerai coinvolgimento, sentiment e influenza.

Se scegli consapevolezza , monitorerai la crescita, il coinvolgimento, la condivisibilità, i Mi piace e le iscrizioni.

Un ultimo pezzo del puzzle (molti strateghi dei social media consiglierebbero persino di iniziare con questo passaggio) è quello di ascolta il tuo pubblico . L'ascolto rivelerà una serie di fattori chiave come i social network su cui dovresti essere, il modo in cui il tuo pubblico utilizza i social media e quali sono i loro punti deboli.

Questi fattori di base saranno estremamente utili da scoprire in quanto ti aiuteranno a focalizzare la tua attenzione andando avanti. Ad esempio, sono spesso colpevole di presumere che tutti i social network siano generalmente gli stessi quando in realtà sono del tutto unici e individuali e meritano i propri messaggi e piani specifici. Questa immagine di Social Rank è un divertente promemoria che ogni sito di social media arriva al contenuto da una prospettiva diversa.

ciambella dei social media

Come puoi ascoltare il tuo pubblico?

Puoi iniziare chiedendo. I sondaggi sono ottimi strumenti per raccogliere informazioni su clienti e fan. Se non hai ancora implementato la tua strategia social, puoi inviare un sondaggio alla tua mailing list. Se sei già sui social, puoi porre domande ai fan o collegarti ai sondaggi dai tuoi aggiornamenti.

Oltre ai sondaggi, puoi ascoltare il tuo pubblico monitoraggio delle menzioni del tuo marchio , scoprendo le comunità e i gruppi in base alla tua nicchia e guardando il tuo metriche sociali chiave per vedere come crescono (ad esempio, se ti ritrovi a sbattere la testa contro un muro per ottenere nuovi follower, potrebbe essere che il tuo target demografico semplicemente non frequenta quella rete).

Dopo aver ascoltato il tuo pubblico, scelto un obiettivo mirato e identificato le tue metriche di successo, è il momento di passare alla fase successiva: l'implementazione.

quanto tempo rimangono le storie di Instagram

2. Come implementare una strategia sui social media

Mi piace pensare che l'implementazione di una strategia sui social media abbia due poli: Creazione e comunità.

Quando ci pensi, che tipo di input riceverai ogni giorno sui social media? Pubblicherai nuovi aggiornamenti e risponderai ad altri. (E a volte i due potrebbero anche sovrapporsi.) Entrambi i poli dovrebbero adattarsi alla strategia che hai scelto.

Strategia sui social media su due fronti

Forse il modo migliore per parlare dell'implementazione di una strategia sui social media è mostrarti un po 'come lo facciamo qui a Buffer. Ecco il nostro sistema per la condivisione su Twitter e Facebook (abbiamo strategie per LinkedIn e Google+, anche se sei interessato, sentiti libero di chiedere informazioni su di loro nei commenti).

Una strategia sui social media per Twitter

Il nostro obiettivo con i social media è la lealtà, con una svolta. Siamo interessati a stimolare il coinvolgimento e il sentiment positivo, due dei tratti distintivi di una strategia di fidelizzazione. Abbiamo anche aggiunto un pizzico di vendite al nostro mix. Non si tratta di vendite nel senso tradizionale, piuttosto, miriamo a vendere il valore dei post del blog che condividiamo. In questo modo, ci interessa anche aumentare i clic di nuovo sul blog.

La nostra strategia di pubblicazione

  • Pianifichiamo 14 post nei giorni feriali e 10 post per sabato / domenica
  • Il nostro programma di pubblicazione è distribuito durante la giornata per entrare in contatto con il nostro pubblico globale
  • Il nostro tipo di post pane e burro: Visuals
  • La maggior parte degli aggiornamenti che condividiamo proviene dai contenuti negli archivi del nostro blog
  • Condividiamo un post ogni giorno dai suggerimenti sui contenuti di Buffer
  • Ritwittiamo un membro del team Buffer o un membro della community Buffer una volta al giorno
  • Tutti i nuovi post vengono condivisi più volte quel giorno e programmati per ulteriori condivisioni nei prossimi due mesi
  • Tutti gli aggiornamenti sono in linea con i valori di positività e disponibilità di Buffer

In pratica, ho escogitato alcuni modi divertenti per rendere questa strategia di pubblicazione il più agevole possibile. Cominciamo con il modo in cui condividiamo i nostri nuovi post.

Ogni volta che un nuovo post viene pubblicato, userò la pianificazione personalizzata di Buffer per creare 13 post distribuiti nella seguente sequenza temporale (l'ispirazione dalla sequenza temporale proviene da questo fantastico post di Garrett Moon su KISSmetrics ).

Pianificazione dei social media

Ogni aggiornamento è unico, con un nuovo titolo, frammento o immagine. Per i primi due aggiornamenti, eseguiamo un po 'di un test A / B sul titolo per vedere quale ottiene una maggiore risposta ai clic. Continuiamo a monitorare le prestazioni dei titoli anche nei tweet successivi, nel caso in cui uno funzioni meglio del nostro originale. Modificheremo il titolo del post in base ai dati.

Dopo aver pubblicato gli aggiornamenti secondo il programma, mi piace prendere in prestito un suggerimento dai nostri sforzi di riproposizione e crea quante più parti twittabili del post che posso. Questi post vengono aggiunti a un account Buffer fittizio che ho impostato come una sorta di unità di archiviazione o arretrato di tweet utili. Quando sono in difficoltà per riempire la nostra coda principale, posso estrarre rapidamente e facilmente da questo arretrato e trascina e rilascia nel profilo Buffer Twitter .

Per quanto riguarda la condivisione dai nostri archivi, abbiamo trovato un paio di modi utili per farlo.

  1. Il primo è un metodo creato dal nostro cofondatore Leo. Andrà a una pagina casuale del nostro blog (ad esempio, buffer.com/library/page/4) e condividerà da ciascuno degli articoli sempreverdi su quella pagina.
  2. L'altro metodo che utilizzo si basa sull'analisi di Buffer. Prenderò tutti gli aggiornamenti precedenti che hanno ottenuto il badge 'Top Tweet' e li trascinerò nel mio backlog, account fittizio per condividerli facilmente in seguito. (Siamo grandi fan di ripubblicare il contenuto qui a Buffer.)

La nostra strategia di coinvolgimento

  • Rispondi a ogni menzione di Buffer
  • Coinvolgi la community con chat settimanali

Rispondere a ogni menzione è un obiettivo molto nobile che ho personalmente cercato di mantenere sul mio Twitter. È difficile. Fortunatamente, abbiamo un esercito di Happiness Heroes e un Community Champion che investono tempo nel rispondere a ogni menzione del Buffer che è là fuori.

Usiamo un servizio chiamato Centro di calcio come una sorta di centro di comando per la nostra presenza su Twitter. Ci consente di raccogliere e organizzare ogni menzione del Buffer, sia tramite risposta diretta, hashtag o ricerca.

La seconda parte dell'impegno è una #bufferchat settimanale , organizzato dalla nostra Community Champion Nicole e caratterizzato da un nuovo ospite ospite ogni settimana. Queste sono state grandi opportunità per interagire direttamente con il nostro pubblico di Twitter e per creare risorse preziose che possiamo condividere e fare riferimento in seguito.

Una strategia sui social media per Facebook

La nostra strategia di pubblicazione

  • Pianifichiamo 2 post al giorno
  • Il nostro programma di pubblicazione varia di giorno in giorno, a seconda degli orari in cui i nostri fan sono online
  • Il nostro tipo di post pane e burro: Visuals / Text
  • La maggior parte dei nostri aggiornamenti proviene da contenuti nei nostri archivi
  • Tutti i nuovi post sono programmati per il giorno della pubblicazione e di nuovo una settimana dopo

La nostra strategia di pubblicazione di Facebook continuerà ad evolversi man mano che impareremo cose nuove e proveremo cose nuove. Per ora, abbiamo riscontrato un po 'di successo mescolando post visivi e post di solo testo. I post di solo testo sono iniziati per caso e i numeri di copertura ci hanno incoraggiato a mantenerli. Ecco un esempio.

Post di testo di Facebook

Proprio come Twitter, i nuovi post del blog Buffer vengono programmati in base alla guida a cui si fa riferimento sopra. Pubblicheremo nuovi articoli su Facebook il giorno della pubblicazione e di nuovo una settimana dopo.

Il resto della coda di Facebook è un elenco continuo di post dai nostri archivi, per lo più estratti tramite il metodo Leo di visitare una pagina del blog casuale e Buffering di ciò che sembra interessante.

La nostra strategia di coinvolgimento

  • Rispondi quotidianamente ai commenti
  • Poni domande divertenti e aperte ai nostri fan

Il nostro metodo di risposta ai commenti di Facebook includeva un paio di drive-by giornalieri del team di Content Crafters. La nostra campionessa della comunità Nicole ora assume il ruolo di rispondere (ed è in grado di guidare un po 'più prontamente).

Per aiutare a coinvolgere i fan su Facebook, abbiamo iniziato a fare una domanda divertente ogni giorno, a volte legata ai social media e talvolta semplicemente stravagante. Abbiamo riscontrato che ha un grande effetto nel rendere la nostra pagina Facebook più accogliente e abbiamo persino notato l'effetto non intenzionale di una maggiore copertura sui post che vengono pubblicati dopo che abbiamo posto una domanda.

Domande su Facebook

3. Come misurare una strategia sui social media

Trova le tue metriche chiave. Stabilisci degli obiettivi. Torna spesso.

Trova le tue metriche chiave. Stabilisci degli obiettivi. Torna spesso.

Clicca per twittare

Ricapitolando da sopra, a seconda di quale attenzione hai preso con la tua strategia sui social media, probabilmente lo avrai alcune metriche di successo in mente che vorresti monitorare. Ecco ancora una volta la ripartizione.

Se scegli i saldi , ti consigliamo di monitorare le percentuali di clic, le vendite di social e-commerce e i tassi di conversione.

Se scegli lealtà , monitorerai coinvolgimento, sentiment e influenza.

Se scegli consapevolezza , monitorerai la crescita, il coinvolgimento, la condivisibilità, i Mi piace e le iscrizioni.

In Buffer, abbiamo iniziato a monitorare le nostre metriche sociali secondo un metodo accurato proposto per la prima volta da Avinash Kaushik nel 2011 . Questa teoria del coinvolgimento suddivide la metrica in quattro parti che possono essere monitorate su tutti i social network:

  • Conversazione
  • Amplificazione
  • Applausi
  • Valore economico

I nostri amici di Moz ci hanno presentato questo metodo di monitoraggio e hanno condiviso il modo in cui misurano queste metriche e definiscono obiettivi per aumentare il coinvolgimento e il traffico verso il loro sito. Ecco una sbirciatina come sono i loro rapporti settimanali .

Monitoraggio dei social media di Moz

Un altro modo per cercare le metriche chiave con la tua strategia sui social media è affrontarle da una prospettiva di crescita. Abbiamo utilizzato la seguente griglia per guidare la crescita del nostro prodotto qui in Buffer e, in alcuni casi, puoi applicare le stesse idee alle metriche a cui presti attenzione sui social.

Nella griglia sottostante, i punti chiave su cui concentrarsi sono 'conversioni basse, traffico elevato' e 'conversioni elevate, traffico ridotto'. Ad esempio, i tweet con un numero elevato di impressioni e un numero ridotto di clic potrebbero essere maturi per la crescita.

matrice decisionale per la crescita

Ora tocca a te: quanto tempo trascorri sui social media ogni settimana?

Le tre parti di una strategia sui social media - pianificazione, implementazione e misurazione - richiedono tempo.

Fortunatamente, può essere una quantità di tempo gestibile se tu avere un piano in atto e le giuste risorse a tua disposizione. Ho scoperto che una pianificazione settimanale che coinvolge ogni passaggio strategico aiuta a mantenere le cose in linea e in atto mentre ci sforziamo di raggiungere i nostri obiettivi.

Qual è stata la tua esperienza con una strategia sui social media? Quanto tempo dedichi ogni settimana?

Sarebbe fantastico sentirti nei commenti.

Fonti di immagini: Ricorda , SocialRank , Moz



^