Biblioteca

Che aspetto ha una guida allo stile dei social media nella vita reale (e come crearne una tua)

Cosa hanno in comune tutti i tuoi account di social media preferiti?

Molto probabilmente sono coerenti e puoi riconoscere immediatamente il loro stile quando compaiono nel tuo feed.



Per garantire questa coerenza, probabilmente stanno seguendo una guida allo stile dei social media.



Una guida allo stile dei social media è la tua mappa per guidare il modo in cui il tuo marchio appare sui social media. La tua guida di stile si riferirà e farà parte delle linee guida generali del tuo marchio di marketing. Dovrebbe essere un documento vivo che può evolversi nel tempo.

Ma perché hai bisogno di una guida di stile?



L'importanza di avere una guida di stile

Indipendentemente dalle dimensioni del tuo team, una guida allo stile dei social media è un must - anche se sei l'unica persona che pubblica post sugli account dei social media del tuo marchio, hai bisogno di una guida di stile.

Gestori di social media spesso si destreggiano tra molte cose, quindi è importante avere una fonte di verità a cui fare riferimento. Inoltre, se sei in vacanza o qualcuno deve intervenire e compilare, saranno pronti a mantenere attivi i tuoi social media senza intoppi. Infine, nel caso in cui assumi più persone, il processo di onboarding sarà molto più semplice con una guida di stile in atto.

Quindi quando dovresti creare una guida di stile?



La risposta: prima che pensi di averne bisogno!

Cercare di ricordare tutti i componenti per mantenere coerente la tua presenza sui social media è quasi impossibile. Una guida che contiene tutto in un unico posto batte sicuramente un mucchio di post-it sullo schermo del tuo computer.

Diamo un'occhiata a ciò che è contenuto in una guida di stile. Condividerò anche la guida allo stile dei social media di Buffer. Sentiti libero di usarlo come riferimento ma ricorda di mantenere il tuo unico per il tuo marchio!

I componenti di una guida allo stile dei social media

Ecco gli otto componenti chiave della nostra guida allo stile dei social media:

  1. La guida allo stile tldr
  2. Voce e tono
  3. Ortografia, grammatica e punteggiatura
  4. Formattazione
  5. Utilizzo di emoji
  6. Utilizzo degli hashtag
  7. Utilizzo multimediale
  8. Ultime notizie

Non esiste un formato fisso per una guida di stile. Puoi avere il numero di componenti che desideri. Il nostro è solo un esempio tra i tanti. In effetti, ciò che vedrai di seguito sono sezioni estratte dalla nostra guida generale allo stile dei contenuti del brand.

Se ti piace la seguente guida di stile e vorresti seguirla (ne saremo onorati!), Ecco un modello gratuito per te. →

Modello di guida allo stile dei social media

1. La guida allo stile tldr

La prima sezione della nostra guida di stile è un tldr (troppo a lungo non l'ho letto). Includiamo questa sezione in modo che se qualcuno non vuole leggere tutto nella guida di stile completa, può almeno venire a questa sezione e ottenere il succo.

Ecco il nostro tldr:

  • La voce di Buffer è riconoscibile, accessibile, genuina e inclusiva. Il tono di Buffer varia, in base alla situazione. Lasciamo che l'empatia modifichi il nostro tono.
  • Scrivi in ​​modo succinto, per la maggior parte. Sperimenta spesso.
  • Sii premuroso e intenzionale con l'uso di emoji, hashtag e multimedia
  • Non alterare l'ortografia o la punteggiatura delle parole per ridurre il numero di caratteri. Non abbreviare oltre le abbreviazioni standard (come 'informazioni' per 'informazioni').
  • Non usare mai pronomi singolari in prima persona, a meno che tu non stia rispondendo a qualcuno (e il tuo nome è incluso nella risposta).

2. Voce e tono

La voce è il suono generale che definisce la personalità del tuo marchio e quel tono si riferisce alle implementazioni specifiche della voce. In poche parole: hai sempre la stessa voce, ma il tuo tono cambia. Ci sono molte sfumature nella distinzione tra i due, ma scegliamo di vederla a grandi linee. Voce e tono contano: umanizzano il tuo marchio e ti consentono di partecipare alle conversazioni in modo naturale. Quando stabilisci la tua voce e il tuo tono, ci sono alcuni esercizi che puoi provare .

La voce di Buffer è riconoscibile, accessibile, genuina e inclusiva.

Parliamo con chiarezza. Puntiamo all'esperienza. Il nostro obiettivo è comprendere appieno le esigenze dell'altra persona (cliente, utente, lettore, ascoltatore) e fornire gioia, sicurezza, direzione o amore a seconda dei casi.

Il tono di Buffer varia, in base alla situazione. Lasciamo che l'empatia modifichi il nostro tono.

Per impostazione predefinita, e quando appropriato, il tono di Buffer è amichevole e positivo. Il modo in cui parliamo incoraggia le persone a dirci di più e invita le persone a conoscerci. Per questo motivo, adottiamo un tono colloquiale con la nostra scrittura: niente parole grandi del dizionario, solo discorsi quotidiani facili da capire. Cerchiamo di informare piuttosto che intrattenere. Non vogliamo essere al centro dell'attenzione, riteniamo che i nostri clienti meritino i riflettori.

Ecco alcuni esempi della voce e del tono di marchi noti:

Obiettivo: ottimista, giocoso e celebrativo

Wendy's: spiritoso, satirico e divertente

Dollar Shave Club: divertente, rilassato e diretto

3. Ortografia, grammatica e punteggiatura

Niente è più meritevole di un errore di ortografia sui social media. Ti consigliamo di trasferire molte delle tue linee guida ortografiche e grammaticali dalla guida generale ai contenuti, ma tieni presente che potresti voler modificare per i vincoli dei social media.

dove trovare musica royalty free per i video di YouTube

La nostra stella polare: scrivi in ​​modo succinto, per la maggior parte. Sperimenta spesso.

In generale, scegliamo di mantenere i nostri aggiornamenti sui social media nitidi e al punto, che è in parte una risposta ai limiti del carattere sui social media e anche una reazione al modo in cui il nostro pubblico sceglie di comunicare in queste comunità. Tendiamo ad affrontare gli aggiornamenti dei social media da un luogo di conversazione ponendo domande, usando parole familiari, ecc. Vogliamo comunicare chiaramente il nostro punto di vista mentre siamo coinvolgenti.

Ecco i nostri principali suggerimenti grammaticali:

  • Usa sempre una virgola di Oxford.
  • Usa le emoji sui social e con i clienti che amano le emoji.
  • Non utilizzare emoji come punteggiatura o come sostituto del vocabolario.
  • Sii consapevole quando scrivi di persone. Le etichette sono per le scatole. Evita i termini di genere.

Risorse:

4. Formattazione

Con così tante piattaforme diverse, la formattazione sui social media è particolarmente importante. Avere una sezione dedicata per la formattazione ti assicurerà di essere coerente e rendere riconoscibile il tuo marchio.

Ecco le nostre linee guida per la formattazione:

  • Nessun caso del titolo negli aggiornamenti
  • Una o due brevi frasi. Quindi emoji proiettile.
  • Caso di frase di conversazione con una scheda Twitter. Posiziona le emoji prima di qualsiasi ritorno forzato (non nel mezzo di una frase)

Risorsa:

5. Utilizzo di emoji

Sarebbe difficile trovare qualcosa che possa iniettare tanto divertimento e personalità nei tuoi social media come le emoji! Con il tono di Buffer amichevole e positivo, amiamo naturalmente gli emoji! ?

È anche un'altra area che vogliamo essere premuroso e intenzionale .

Quando e come usiamo le emoji:

  • Complessivamente: posiziona l'emoji alla fine di una riga (appena prima di un ritorno definitivo). Non nel mezzo o all'inizio.
  • Twitter: utilizzare spesso e liberamente nei tweet e nelle risposte. Le emoji possono essere particolarmente utili se usate al posto dei punti elenco all'interno di elenchi.
  • Facebook: utilizzare secondo necessità negli aggiornamenti e nelle risposte. Siamo un po 'più riservati con le emoji su Facebook rispetto a Twitter. Emoji in genere arriverà alla fine del testo di aggiornamento per aggiungere un po 'di interesse visivo e pop.
  • Instagram: utilizzare alla fine del testo di aggiornamento, se necessario. Usalo spesso nelle risposte.
  • LinkedIn: nessuna emoji.
  • Pinterest: nessuna emoji.

Risorse:

6. Utilizzo degli hashtag

Non puoi parlare di social media senza parlare di hashtag, sono importanti per tutto, dalle campagne alla partecipazione alle conversazioni. Questi saranno specifici per il tuo marchio e i tuoi personaggi e puoi includere un elenco di hashtag specifici per marca e campagna.

Quando e come usiamo gli hashtag:

  • Twitter: non più di un hashtag per tweet.
  • Facebook: nessun hashtag.
  • Instagram: non più di due hashtag nel corpo del post. Fino a 15 hashtag nel primo commento sul post.
  • LinkedIn: non più di un hashtag per aggiornamento.
  • Pinterest: fino a cinque hashtag.

Risorse:

7. Utilizzo multimediale

Dalle foto ai video, alla grafica e ad altri elementi visivi, è fondamentale decidere quale sia la sensazione giusta per il tuo marchio e avere tutte le guide delle risorse visive in un unico posto. Questo può includere il contenuto, il contesto e lo stile (informativo, stravagante, ecc.).

Ecco le nostre linee guida multimediali:

  • Complessivamente:
    • Usa i modelli disponibili.
    • Cerca di rendere le immagini delle persone il più possibile diverse.
  • Segui le linee guida del marchio per i colori e i caratteri.
  • Twitter: utilizza le schede Twitter quando possibile.
  • Instagram: i contenuti generati dagli utenti sono appropriati.

Risorse:

8. Ultime notizie

Nel mondo sempre più connesso di oggi, è imperativo che il tuo marchio sia consapevole di come vieni percepito sui social media, in particolare in relazione alle ultime notizie. Avere una strategia in atto può impedire al tuo marchio di sembrare stonato o insensibile.

Cosa facciamo con le ultime notizie:

  • Sii consapevole di cosa succede nelle notizie quando pubblichi contenuti sui social media.
  • Metti in pausa la coda per i principali eventi delle ultime notizie. Se non sei sicuro che le notizie siano abbastanza importanti / interessanti, chiedi consiglio a Slack. In caso di dubbio, imposta automaticamente la pausa.

Risorse:

P.S. Se desideri utilizzare il nostro modello di guida allo stile dei social media, puoi prenderne una copia gratuita qui. →



^